Il salvataggio delle immagini è stato disabilitato, perché le stesso sono soggette a diritti d'autore.
Chiedete comunque a info@aidama.it, l'associazione è lieta di poter essere d'aiuto e di farsi conoscere con le proprie opere ed immagini.

Abbaglio (+)

Ci sono momenti nella vita, in cui tutto ci appare diverso, ci sembra che dei nostri valori, delle nostre certezze, del nostro passato non esista più nulla.
Nulla in cui valga la pena di credere. Non riusciamo più a riconoscere la vita che tanto abbiamo amato, ci pare persino che altri, crudelmente, ce l’abbiano sottratta.
Talvolta, crudelmente, è avvenuto. Altre volte, incautamente, non l’abbiamo protetta abbastanza nella sua delicata fragilità.

Ma la memoria è ancora intatta. E sono proprio i ricordi più intimi, quelli che ci portiamo nel cuore oltre che nella mente, a salvarci dalla deriva del nostro dolore.
I nostri pensieri più belli sanno d’incanto e hanno la freschezza dell’erba bagnata. Tuttavia il cuore ancora trasale, sorpreso da improvvisa paura.

Nella solitudine scrutiamo passato e presente, e mentre altri elevano altari paradossali alla forza brutale, purché vincitrice, esili gocce di vita riescono a essere ancora generate.
Lentamente, dal buio della tenebra, si fa strada la voglia di rinascita.
In mezzo a tanto disincanto, ci sei Tu, che sembri passare incolume tra le scalfiture dell’esistenza,
Tu che riesci a sognare, a respirare l’azzurro della speranza, ad avere pensieri limpidi.

Rimane un interrogativo, non per tutti, ma per ognuno: Avremo ancora la possibilità di una nuova vita?

Un balzo in avanti, il coraggio di spiccare nuovamente il volo.

I commenti sono chiusi