Il salvataggio delle immagini è stato disabilitato, perché le stesso sono soggette a diritti d'autore.
Chiedete comunque a info@aidama.it, l'associazione è lieta di poter essere d'aiuto e di farsi conoscere con le proprie opere ed immagini.

Category : OPERE

Tra la sera e la notte

Tra la sera e la notte, in quel momento che è sospeso, io voglio vivere lì.
A prendere il bello di tutte le ipotesi.

Tra la forza del giorno, la delicatezza della sera e i racconti della notte. A volte il tempo è un bel posto per restare sospesi.

(Fabrizio Caramagna)

IMMERSIONE IMMERSIVA

le fantastiche atmosfere subacquee catturate da Andrea Pivari, forme, colori, composizioni, diventano le protagoniste di una rappresentazione immersiva ambientata in scenari di fantasia con un accompagnamento sonoro di immediato e accattivante impatto emotivo. Non manca il bookshop.

NOI

È bello dire Noi,
anche se lui non c’è,
la sua sedia è vuota
e il profumo resta.
È bello dire Noi,
se la tua voce
fa eco nella stanza
e con la fantasia
i tuoi occhi mi cercano,
le tue mani mi sfiorano
e resti con me,
nella quiete della notte
nella luce del giorno,
nel sorriso e nella malinconia
e mi fai compagnia.
È bello dire Noi,
finché parlerò di te.

A.A. un secolo tra Arte e Montagna

L’arte del dipingere e dell’arrampicarsi sulle Montagne sono state,
per un tempo invidiabile, due delle grandi passioni
di un ARTISTA di casa nostra.

Il profumo e la fantasia nella malinconia

Liberamente ispirato dalla poesia; “Noi”, di Teresa Montano

È bello dire Noi,
anche se lui non c’è,
la sua sedia è vuota
e il profumo resta.
È bello dire Noi,
se la tua voce
fa eco nella stanza
e con la fantasia
i tuoi occhi mi cercano,
le tue mani mi sfiorano
e resti con me,
nella quiete della notte
nella luce del giorno,
nel sorriso e nella malinconia
e mi fai compagnia.
È bello dire Noi,
finché parlerò di te.

Castel Sallegg in Vivo

Una proiezione di (mapping) architettonica all’interno del cortile di Castel Sallegg a Caldaro, Italia.

Una serata per promuovere la nuova linea di vini presentata con un nuovo branding sottolineando che tutte le bottiglie sono prodotte unicamente utilizzando vetro riciclato al 100%, sono più leggere e utilizzano la testa del sommelier.

La videoproiezione di sei minuti è stata proiettata durante una serata di festeggiamenti, tra cui visite guidate alle cantine e cibo gourmet servito per tutta la serata. Una band jazz dal vivo ha fornito intrattenimento tra ciascuna delle presentazioni di projection mapping. Ogni 30 minuti dalle 21:30 a mezzanotte, utilizzando un orologio per il conto alla rovescia e una rotazione unica del quadrante dell’orologio del castello.

Quattro settimane di produzione dall’ideazione all’installazione.

Maggiori informazioni e immagini qui:
mappingmill.com

Che c’è tra me e te o donna (+)

Un omaggio alle donne, grazie alla poesia di Padre Ettore Molinaro, scritta alla Vigilia delle Nozze di Cana, Gennaio 1991.
E grazie alla donna che mi ha dato e mi ha cresciuto alla vita !

Immagini e multivisione di Roberto Tibaldi
musica di Ezio Bosso.

O mensch! – Gib Acht ! (+)

GUSTAV MAHLER
“O mensch! – Gib Acht!”
4. Movimento della 3 Sinfonia
poesia di Friedrich Nietzsche,
tratta da “Così parlò Zarathustra”

Veronica Simeoni – mezzosoprano
Immagini e multivisione di Roberto Tibaldi

Kartakorum

L’artista Stefanio Cavazzini utilizzando semplici fogli di carta e una abatjour ha realizzato una paereidolitica catena montuosa a simulacro delle montagne del Karakorum. Questo audiovisivo ne vuole rendere omaggio alla visione dell’artista

È il bello che salverà il mondo

Disparità economiche, sociali e civili, tra popoli e popoli, riduzione delle risorse del pianeta, pandemie, cambiamenti climatici, ed infine le guerre, sono tutti argomenti che ci opprimono quotidianamente.
Ognuno di noi, tramite la propria arte, ha il compito e la responsabilità di fare un tentativo per porre un argine, almeno per un istante, a tutto questo.
Ognuno di noi, tramite la propria arte, ha il compito e la responsabilità di porre un argine, almeno per un istante, a tutto questo.
È il bello che salverà il mondo. Per Platone cercare il bello coincide con l’idea stessa di cercare il bene, bello e bene trovano la propria identificazione l’uno nell’altro. Ciò che è bello è tutto ciò che offre all’occhio e alla mente armonia, ordine, proporzione, una visione simmetrica del cosmo.