Il salvataggio delle immagini è stato disabilitato, perché le stesso sono soggette a diritti d'autore.
Chiedete comunque a info@aidama.it, l'associazione è lieta di poter essere d'aiuto e di farsi conoscere con le proprie opere ed immagini.

Dubai World Cup 2010 Meydan

Meydan Dubai World Cup 2010

Meydan Dubai World Cup 2010

Meydan Dubai World Cup 2010 Meydan Dubai World Cup 2010Meydan Dubai World Cup 2010Meydan Dubai World Cup 2010Meydan Dubai World Cup 2010Cerimonia d’apertura dell’iconico Meydan Grandstand and Racecourse 2010, Emirati Arabi Uniti, che incorpora lo schermo a LED più grande del mondo con 18 enormi “vele” per la proiezione.

Il Dubai World Cup 2010 ha offerto agli appassionati di corse di cavalli e ai glitterati l’ospitalità che solo gli Emirati possono offrire. L’iconica Meydan Grandstand and Racecourse – la nuova sede della Coppa del Mondo di Dubai – con un’estensione del programma che ha comportato un totale di otto gare, rendendo l’incontro del valore di 26,25 milioni di dollari. Il tutto trascurato dall’imponente Hotel Meydan. {Gallery} SigPlus-Meydan {/ gallery}

Una delle molte sfide logistiche che M-ha affrontato per questo Son et Lumière è stata che la gara doveva essere visibile in ogni momento della pista.

La soluzione consisteva in vele di proiezione automatizzate che potevano essere sollevate e abbassate per adattarsi al programma della gara. Questo era un compito ingegneristico su scala gigantesca. La pista di gara è più di 1 km da un capo all’altro e poiché gli schermi di proiezione dovevano integrare lo schermo a terra di 110 m di larghezza a volte durante l’evento, questi schermi non potevano essere piccoli. Quindi sono stati costruiti quindici schermi da 25m x 14m (per il gruppo Starhire). Questi sono stati illuminati da proiettori Barco XLM HD30 raddoppiati con orientamento verticale, semplificando i problemi di line up creati da un numero maggiore di proiettori più facilmente disponibili.

Watchout 4 è stato scelto come sistema per la riproduzione e la gestione dei contenuti per gli schermi di proiezione e il LED sul lato della pista. Con il backup, sono stati inclusi 36 canali di riproduzione, tra cui l’acquisizione video che consente di visualizzare i feed delle telecamere. Oltre 17 tonnellate di apparecchiature sono state fornite da Creative Technology dall’ufficio di Londra e dall’operazione di Dubai.

Alex Rowbotham ha programmato Watchout a Londra e sul posto a Meydan, Dubai. Il concetto e il design, tra cui colonna sonora, video clip, materiale grafico e risorse multimediali sono stati creati da M-is e dai relativi staff di produzione e fornitori.

I commenti sono chiusi